Cosmetici a base di Rosa

"Ci sarà sempre qualcuno che non comprenderà una tua scelta. Ma si sceglie per proseguire, non per essere compresi." J. Dicker

Cosmetici a base di Rosa
Cosmetici a base di Rosa

Cominciamo in bellezza la serie dei nostri cosmetici naturali partendo dai fiori, e dando la precedenza ovviamente a lei, la Rosa, sacra a Venere dea della bellezza. In effetti, tra tutti i fiori, la rosa incarna l’archetipo stesso della bellezza, della sensualità e della regalità femminile.

Il rimedio più antico per ritardare l’invecchiamento della pelle è il balsamo di rose. Cleopatra, che se ne intendeva, aveva avviato una industria molto redditizia coltivando nei suoi immensi possedimenti rose e gelsomini, trasformandoli in profumi, oli e balsami. L’olio di rosa damascena (proveniente appunto da Damasco) è ancora oggi tra le basi più costose ed efficaci per cosmetici antirughe.

ACQUA VIVA AI PETALI DI ROSE

La vera acqua di rose si ottiene per distillazione ma non vi consiglio di lanciarvi in questa complicata avventura. Possiamo ripiegare su una ricetta molto semplice, che è una via di mezzo tra i fiori di Bach e l’acqua di rose tradizionale. Agisce su un principio di medicina vibrazionale, ma anche attraverso lo scambio materiale poiché il passaggio energetico di bellezza e vellutazione dal fiore alla pelle è davvero evidente.

Fino a quando avremo una sola rosa in giardino potremo preparare un’acqua tonica vitallizante; è ottima per lavare il viso, ma purtroppo, non si può conservare.

È sufficiente una rosa sola, di qualunque colore. Mettete a macerare i petali in un litro di acqua calda, ma non bollente, non devono lessarsi. Lasciateli così fino a quando l’acqua si sarà raffreddata. Ora, raccogliete i petali, passateli nel frullatore con un po’ dell’acqua di macerazione, ed ecco un meraviglioso impacco, detergente e antirughe. Applicatelo sul viso, picchiettando la pelle con un batuffolo di cotone, senza sciacquare, lasciando che venga assorbito completamente. Si può conservare in frigorifero soltanto per tre giorni.

Il segreto:  fidatevi soltanto delle rose del vostro giardino, poiché quasi sempre, quelle acquisite dai fiorai vengono irrorate con conservanti, o altri prodotti non certo raccomandabili per i nostri scopi energetici.

BALSAMO AI PETALI DI ROSA

Quando le rose sono in piena fioritura, è il momento ideale per preparare una serie di rimedi semplici ed efficaci, eccellenti per vellutare la pelle, proprio come un petalo di rosa… ecco una sorta di “pronto intervento” prima di una serata in cui volete apparire al meglio.

Mettete nel frullatore una manciata di petali rosa freschi, possibilmente appena raccolti. Aggiungete cinquanta grammi di panna da cucina, un cucchiaio di miele e fate frullare per pochissimi secondi. Applicate su viso e collo, ma se avete tempo, potete espanderlo al resto del corpo, poiché l’effetto ammorbidente è davvero spettacolare… Il tempo massimo di posa è 20 minuti, sciacquate con acqua appena tiepida.

Il segreto: valido per tutte le nostre ricette: le rose vanno raccolte nel momento della massima fioritura, prima che il sole sia alto e le privi della loro vitalità.

IMPACCO VELLUTANTE AI PETALI DI ROSA

E’ una formula simile a quella precedente, ma con qualche piccola modifica che la rende adatta alle pelli grasse, soprattutto a quelle più giovani che devono lottare tra sebo e acne. Questo impacco darà tono e luminosità alla pelle del viso, rendendola asciutta, morbida e vellutata.

Prendete una manciata di petali di rose, meglio quelle di colore chiaro, passatele nel frullatore con tre cucchiai di yogurt naturale. Aggiungete un cucchiaio di miele fluido, fino ad ottenere una pastella omogenea. Ponete il composto nel palmo delle mani e, per circa due minuti, applicate massaggiando su viso collo e decoltè con movimenti leggeri e circolari. Lasciate risposare per altri dieci minuti e poi sciacquate con acqua appena tiepida. La freschezza e la vitalità delle rose appena raccolte, passerà alla vostra pelle. Gli elementi nutritivi del miele porteranno nuova energia ed i fermenti lattici contenuti nello yogurt detergeranno a fondo e renderanno pulita, liscia e distesa la pelle.

Il segreto: tutti gli ingredienti che avete usato sono vivi, i petali freschi appena raccolti, ma soprattutto sono vive le preziose sostante animali del miele e dei fermenti lattici.

PEELING ALLA ROSA (scrub esfoliante)

Ecco una piacevole ricetta per un delicato peeling naturale. La ricetta è quasi identica a quella precedente:

Aggiungete ad una manciata di petali di rosa tre cucchiai di yogurt magro naturali, ed eliminate il miele. Una volta frullato, aggiungete un cucchiaio di farina di polenta, o di semola, amalgamate bene. Ora prendete sulla punta delle dita una piccola quantità di fluido e massaggiate delicatamente la pelle con movimenti circolari per circa cinque minuti. Non trascurate la fronte, la punta e i due lati del naso, che generalmente sono più untuosi del resto del viso. Sciacquate molto bene con acqua fresca, per eliminare tutti i granelli di farina.

Il segreto: la farina di polenta, un po’ ruvida, ha un effetto esfoliante, lievemente abrasivo, che si porta via le cellule morte della pelle, rinnovandola dal profondo. Durante il massaggio, io pori si dilatano, e così il succo dei petali di rosa penetra portando il suo benefico effetto. I fermenti lattici dello yogurt fanno la loro parte, detergendo in profondità e tendendo la pelle come un lifting. Potete completare l’opera tamponando delicatamente il viso con una salvietta immersa in acqua molto fredda e poi strizzata. Lo shock chiude i pori dilatati rende la pelle levigatissima (purtroppo l’effetto non dura a lungo…)

Ricorda di dare un’occhiata anche a questo approfondimento sui cosmetici a base di lavanda!

Per non perdere nessuna delle nostre novità, per qualsiasi altra informazione e per partecipare al gioco settimanale del consiglio degli Oracoli del Venerdì, segui la nostra pagina facebook