Divinazione con le candele – Licnomanzia

"La Luna mi ha insegnato che va bene attraversare delle fasi. Il Sole mi ha insegnato, invece, che non importa quante volte andrai giù: continuerai a risorgere." Gaias Temple

Divinazione con le candele - Licnomanzia
Divinazione con le candele – Licnomanzia

Da che l’uomo incominciò a dominare il fuoco e a riunirsi intorno a esso,  l’evoluzione del fuoco, le sue forme capricciose, le sue diverse tonalità cromatiche e le braci che lasciava incominciarono a interessare i soggetti più curiosi delle tribù che allora abitavano il nostro pianeta.

Senza dubbio il fuoco fu uno dei primi elementi in cui si incominciarono a cercare spiegazioni per fatti ignoti, profezie, aiuti per guarire gli ammalati e, in definitiva, una risposta a tutte quelle domande che solo pochi erano preparati a comprendere.

Ed è proprio dall’osservazione della fiamma, delle sue molteplici forme e colori che ebbe origine quella che oggi è conosciuta come l’arte della divinazione attraverso il fuoco.

Il sistema attuale si basa su una duplice osservazione delle candele, che ha dato via a due arti divinatorie diverse e, allo stesso tempo, complementari. Una di queste deriva direttamente dall’antica osservazione del fuoco dei falò e ha come oggetto la fiamma; l’altra si basa invece sull’osservazione delle forme della cera.

In altre parole, semplicemente guardando una candela gli esperti sono in grado di elaborare due tipi di interpretazione, che possono essere complementari o indipendenti.

Non è possibile spiegare in poche pagine tutti i meccanismi del procedimento adottato in questo casi, ma può essere interessante prendere in considerazione i fondamenti su cui si basa questo particolare metodo divinatorio.

Preliminari

In primo luogo, bisogna scegliere una candela il cui colore corrisponda al segno zodiacale del consultante e verificare che il rituale venga effettuato nel giorno relativo al colore della candela.

Come abbiamo già illustrato in precedenza, ciascuno dei dodici segni zodiacali è associato a una o più colori che a loro volta corrispondono ad un giorno della settimana.

Per esempio, una persona nata sotto il segno dell’Ariete che desideri praticare una cerimonia di divinazione con le candele dovrà così scegliere una candela rossa e celebrare il rito di martedì.

Se la consultazione della candela ha invece come scopo quello di rivelare aspetti e progetti di una persona diversa da quella che celebra il rituale, occorrerà usare una candela bianca.

È poi necessario scegliere il luogo adatto alla celebrazione del rituale: dovrà trattarsi di un luogo chiuso, al riposo da correnti d’aria che potrebbero interferire nel processo di combustione della candela, e che sia anche libero da odori o elementi chimici, che rischierebbero di compromettere l’esito della consultazione.

Per purificare il luogo prescelto si accenderà un bastoncino di incenso e lo si lascerà bruciare finchè non si sarà completamente consumato.

Oltre a essere un elemento purificatore, l’incenso possiede anche la facoltà di facilitare e potenziare i contatti psichici, i viaggi astrali e le capacità divinatorie in genere.

Dopo la purificazione si collocheranno sul tavolo da lavoro quattro candele, ciascuna in corrispondenza di uno dei quattro punti cardinali. Queste candele, dette da cerimoniale, dovranno essere possibilmente di forma triangolare e di color argento, essendo queste le più indicate per favorire il contatto della persona che celebra il rituale divinatorio con le forze psichiche dell’ambiente circostante, che faciliteranno le predizioni.

Al centro si collocherà invece la candela del colore corrispondente al segno zodiacale del consultante ( o bianca se la consultazione avviene per un’altra persona). Un altro importante preliminare è il rilassamento, che dovrà essere totale a livello sia fisico che spirituale.

Una volta raggiunta la disposizione adeguata, il celebrante dovrà concentrarsi sull’obiettivo della cerimonia stessa.

Cerimonia

Completati i preliminari, si accenderanno le quattro candele argentee con fiammiferi di legno, incominciando con quella che indica il nord e precedendo in senso orario.

Quando questo operazione sarà stata completata, si pronuncerà la seguente invocazione:

Che il potere di queste quattro candele,

simbolo dei quattro elementi,

fuoco, terra, acqua e aria,

mi aiuti a trovare la risposta

alla domanda che formulerò.

 

La divinazione tramite la fiamma

La divinazione tramite la cera – Ceromanzia

La divinazione tramite il sedimento di cera

Per non perdere nessuna delle nostre novità, per qualsiasi altra informazione e per partecipare al gioco settimanale del consiglio degli Oracoli del Venerdì, segui la nostra pagina facebook