Morgana la Fata

[randomfrase]

Morgana la Fata
Morgana la Fata

Morgan Le Fay significa letteralmente “Morgana la Fata”. Morgana probabilmente deriva dalla parola gallese per “mare”: mor. Anche se ora è più famosa come la sorellastra di re Artù, Morgana Le Fay è più antica della saga arturiana. Una teoria suggerisce che Morgana era originariamente una dea della morte celtica, simile a un angelo della morte o a una psicopompa.

Morgana è la sovrana del paradiso celtico, Avalon, l’isola delle mele. Lei è a volte immaginata come una sirena. Potrebbe essere un aspetto della dea della guerra celtica, la Morrigan. Un’altra teoria suggerisce che i racconti arturiani di Morgana e Avalon richiamano ad un santuario su una piccola isola britannica isolata, un avamposto pagano sopravvissuto alle invasioni e al cristianesimo almeno per un po ‘.

Morgana appare per la prima volta nelle saghe arturiane “La vita di Merlino” nel XII secolo come guaritrice. Morgana guida le Nove sante di Avalon che curano le ferite di Artù dopo l’ultima battaglia di Camlan. In questo versione, non è sua sorella, infatti, si innamorano e lui promette di stare con lei ad Avalon. Alla fine del XII secolo fu interpretata come la sorella di Artù, ma era ancora rappresentata come una figura benevola. Nel XIII secolo emerse una storia diversa e Morgana fu trasformata: i monaci cistercensi componevano la Prosa Lancillotto (nota anche come Vulgate Cycle) tra il 1230 e il 1250, la quale descrive le avventure di Lancillotto del lago e la sua ricerca del Santo Graal.

Morgana ha anche potenti radici in Italia, dove si chiama Fata Morgana. Frustrati dalla popolarità dei romanzi con simpatie pagane non così nascoste, gli scribi cistercensi decisero di rifare questi romanzi come allegorie religiose e, così facendo, dimostrarono la superiorità dello spirito sulla carne, del maschio sulla femmina, del Cristiano sul Pagano. Credevano che fosse blasfemo attribuire poteri di guarigione e profezia alle donne che non erano affiliate agli ordini religiosi. Nuovi elementi sono stati aggiunti alla storia: incesto e possesso demoniaco, con Morgana, strega cattiva, come antagonista principale di Artù.

Morgana la Fata emerse,quindi, come la maga suprema, esperta di magia botanica, soprattutto di veleni. Fu costantemente rappresentata come senza cuore, complottatrice, un mostro bellissimo. Morgan Le Fay rimane una presenza onnipresente nella cultura popolare,di solito come un cattivo ma occasionalmente come un’eroina:

• Morgan è una sacerdotessa pagana ed eroina nel romanzo Le nebbie di Avalon di Marion Zimmer Bradley .

• È un’antagonista principale della serie di romanzi fantasy cristiani di Bryan Davis, Dragons in Our Midst, in cui Morgana è considerata un avatar di Lilith

• Helen Mirren, Helena Bonham Carter e Julianna Margulies sono tra le molte attrici che hanno interpretato Morgana la Fata

• Sir Edward Burne-Jones, Anthony Frederick Sandys e Aubrey Beardsley sono tra gli artisti ispirati a dipingere ritratti di Morgana.

• Morgaine Le Fey è tra i molti potenti personaggi di streghe presenti nei fumetti della DC.

*Corrispondenze per Morgana la Fata*

Morgan Le Fay è uno spirito di guarigione, amore e romanticismo. È amante di illusioni, allucinazioni, visioni e sogni. Potrebbe essere invocata per magia, istruzione e guida spirituale. Le sue funzioni come psicopompo possono anche essere richieste.

Manifestazione: Morgana la Fata è una geniale mutaforma che può assumere virtualmente qualsiasi forma.

Uccello: corvo

Siti sacri: Morgana non è una semplice Fata dei boschi ma ha dei reali luoghi in cui vive:

• Lei governa un regno sottomarino probabilmente vicino alla Bretagna.

• Lei governa un paradiso delle fate vicino o sul Monte Aetna chiamato Mongibello.

• Ha un castello con bellissime fate vicino a Edimburgo.

• Vive sulla magica isola di Avalon.

Vedi anche: Aeronwen; Lilith; Marichi; Sirena; Morrigan

Torna all’ elenco delle divinità celtiche per approfondire tutte le altre divinità!

Per non perdere le nostre novità, qualsiasi informazione e usufruire delle offerte del Lunedì, segui la nostra pagina facebook

                                      

Carrello
error: Se apprezzi il mio lavoro, condividi, non copiare. Grazie
Torna su