Ptah

[randomfrase]

PtahPtah, Signore del cielo; Signore delle Due Terre; Signore delle verità; Signore dell’alba; Padre dei padri; Potere dei poteri. In principio era la parola. Quella frase è ora familiare come prima riga del Vangelo di Giovanni, ma è anche familiare ai devoti di Ptah, Creatore del mondo.

È l’architetto dell’universo i cui primi mattoni sono stati pensieri e parole. È una divinità primordiale fin dalle prime epoche. Ptah significa “apri” ma non solo nel senso letterale di aprire una finestra o una porta. La parola è stata utilizzata nel contesto di fustigazione, cesellatura o incisione, che gli egiziani percepivano come aprire i poteri della pietra o del metallo.

Ptah è il patrono della pietra e dei metalmeccanici. Ptah è l’artigiano dell’universo. Si veste di nuovi corpi per le anime nel prossimo reame. Ptah è stato accreditato di aver inventato l’apertura della cerimonia della bocca, il rituale che dovrebbe rianimare il defunto.

I Greci e i Romani lo identificarono rispettivamente con Efesto e Vulcano.

*Corrispondenze per Ptah*

Persone favorite: muratori, scalpellatori, metalmeccanici, architetti, artigiani, scultori, ceramisti, costruttori di barche

Iconografia: è ritratto come un uomo barbuto avvolto in un abito aderente o come una mummia barbuta. È interamente legato: solo le sue mani sporgono da un’ apertura frontale. Può indossare un amuleto menat simbolico di gioia, piacere e fertilità.

Attributi: uno scettro che combina diverse forme amuletiche, incluso un ankh e un pilastro djed (Vedi anche: Osiride); strumenti del costruttore

Consorti: Bastet, Sekhmet e / o Wadjet.

Pietra: lapislazzuli

Pianeta: sole

Sito sacro: Memphis, Egitto

Creature: ratti

Vedi anche: Anubis; Bastet; Efesto; Nefertem; Osiride; Sekhmet; Vulcano; Wadjet

Torna all’ elenco delle divinità egizie per approfondire tutte le altre divinità!

Per non perdere le nostre novità, per qualsiasi informazione e usufruire delle offerte del Lunedi, segui la nostra pagina facebook

Carrello
Torna su