Oni

[randomfrase]

OniGli Oni sono spiriti provocatori del caos e della malizia. Possono causare problemi per le persone, ma possono anche essere protettivi. Alcuni possono essere persuasi perfino a diventare alleati. Essi spesso godono di una battaglia, così possono bandire e disperdere semplicemente spiriti maligni e fantasmi per il solo gusto di farlo, anche senza che gli venga chiesto.

Questo nome è spesso tradotto in inglese come “diavolo” o “orco”, sottolineandone gli aspetti spaventosi e distruttivi. Tuttavia, a differenza dei classici orchi europei essi non sono avversari stupidi o lenti ma molto intelligenti e quindi formidabili esseri con magici poteri soprannaturali. Presumibilmente se uno di loro perde un arto, si ricollega e guarisce immediatamente, un altro motivo per cui amano così tanto litigare.

Inoltre, sono spiriti della giustizia che distruggono e proteggono. Sono spesso ritratti come demoni viziosi, malevoli e minacciosi e sono presenti in molti racconti dell’orrore. Presumibilmente alcuni apprezzano il sapore della carne umana. Questa leggenda circa il mangiare esseri umani può derivare dalle loro origini come spiriti della morte.

Sono spiriti pre-buddisti. Originariamente c’erano sia maschi che femmine a supervisionare frontiera tra la vita e la morte. (La scomparsa della femmina può spiegare la famosa irritabilità del maschio.) Essi furono poi incorporati nel buddismo, diventando guardiani della porta dei vari inferni buddisti e dei regni della morte. Il loro ruolo ora include la punizione dei peccatori. Sebbene gli spiriti della morte siano  raramente popolari, gli Oni erano percepiti come adempienti a una funzione spirituale. Sebbene considerati pericolosi, non erano malvagi e potevano servire come spiriti guardiani. 

Senza femmina, la riproduzione deve essere realizzata diversamente. Sebbene originariamente erano spiriti puri, i loro ranghi sono rimpolpati da uomini che muoiono sopraffatti da un’eccessiva rabbia e vengono quindi trasformati. La demonizzazione di questi spiriti iniziò durante l’era Kamakura (circa 1185-1333 d.C.) con l’ascesa della nuova classe di samurai. Essi si sono evoluti nei nemici dei samurai. Un tema frequente delle leggende coinvolge i samurai che sventano il malvagio Oni, che è diventato sempre più mascolino e malevolo.

La vera femmina Oni divenne rara; l’Hannya, uno spirito femminile con le corna, si è evoluto nella sua controparte femminile.

*Corrispondenze per Oni*

Manifestazione: sono ispidi, con le corna e con le zanne di un vivido rosso. La pelle è blu o nera. Il maschio che desidera viaggiare in incognito può assumere le sembianze delle donne umane.

Iconografia: tegole di Onigawara (a volte tradotte come “gargoyle” o “tegole demone”) sono tegole decorative e amuletiche, tradizionalmente posizionate sui tetti nei punti più alti e prominenti. Posizionandoli sul tetto, essi vengono invocati per proteggere la casa e i residenti. (In alternativa, la loro immagine è ritenuta sufficientemente inquietante da far rimanere spiriti malevoli a distanza.) Gli Onigawara ora sono considerati oggetti da collezione e sono incredibilmente preziosi.

Attributo: trasporta e brandisce il kanabo, una grande sbarra di ferro chiodata.

Vedi anche: Datsueba; Enma; Hannya; Re dell’inferno; Tengu; Wanyudo; Yokai.

Torna all’ elenco delle divinità giapponesi per approfondire tutte le altre divinità!

Per non perdere le nostre novità, per qualsiasi informazione e usufruire delle offerte del Lunedi, segui la nostra pagina facebook

Carrello
Torna su