Apollo

[randomfrase]

ApolloApollo, Discendente dalla Lupa; Simile a un lupo; Signore del Sole; noto anche come Apollon; Apellon; Febo; Aplu.

Apollo è il ragazzo d’oro del pantheon olimpico, uno spirito di guarigione, caccia, musica, poesia e profezia. Irradia un carisma così abbagliante che alla fine venne venerato come una divinità solare. Anche se non ha mai assunto completamente il controllo delle funzioni di Helios, Apollo lo offuscò.

Chiamare qualcuno “Apollo” significa sottintendere che è di una bellezza accecante. Lui è un bellissimo assassino. E’ un maestro guaritore perché è un maestro di epidemia, peste e malattia, sollevando e infliggendo come desidera. Ha attaccato i greci con la peste durante la guerra di Troia. Apollo è accusato di morte improvvisa. Le sue frecce uccidono all’istante.

Egli è il Divino Bambino portato tra le braccia di sua madre a Delfi, dove ha ucciso il suo serpente guardiano (e alleato di Era). Alcuni vedono le vestigia di Apollo e Leto nell’ iconografia della Madonna col Bambino: una bella donna che regge un radioso divino bambino che sta su un serpente morto o almeno estremamente represso.

Il mito olimpico più familiare spiega che Apollo è nato sull’isola di Delos, dove sua madre, Leto, una delle tante conquiste di Zeus, si nascondeva da Era, la moglie gelosa di Zeus. Tuttavia Apollo è anche descritto come proveniente da Hyperborea, una terra a nord. I miti alternativi suggeriscono che Apollo e sua madre siano arrivati in Grecia insieme sotto forma di lupi, o che Leto, nelle sembianze di una lupa incinta, fece il viaggio da sola, dando alla luce Apollo in Grecia.

La posizione degli iperborei non è mai stata identificata, né è chiaro se sia una destinazione fisica effettiva o un regno spirituale. Una teoria suggerisce che sia in estremo nord, vicino al circolo polare artico. Un altro suggerisce che Apollo provenga dall’ Isola di Rügen nel Baltico: ha incontrato per la prima volta i greci attraverso le rotte commerciali dell’ambra.

In alternativa, è originariamente uno spirito ittita dell’Anatolia (Asia Minore), forse il motivo alla base del suo sostegno alla vicina Troia. Egli è la divinità maschile greca con il maggior numero di amanti maschi. In generale, i suoi rapporti con gli uomini sono più felici di quelli con le donne. Apollo è il patrono e sponsor di giovani uomini, insegna loro musica, divinazione e vari sport.

Apollo non ha una “moglie” ufficiale o una consorte femminile. Anche se incredibilmente bello, brillante, ricco e reale (per non parlare del fatto che è un dio), la maggior parte delle donne che lui insegue fuggono da lui, alcune si suicidano piuttosto che sottomettersi a lui. Altre non scappano ma incontra comunque tragiche tragiche fatalità. Cosa sta succedendo?

A un esame più attento, le donne perseguite da Apollo sono raramente semplici mortali. Sebbene ora banalizzate come Ninfe o principesse, molte erano potenti dee.

I tre grandi del pantheon olimpico: Zeus, Ade e Poseidone, sposano divinità femminili, cementando così il proprio diritto al potere. Il percorso di Apollo verso il potere, d’altra parte, ricorda il personaggio Sylar della serie televisiva “heroes”. Assorbe e prende il potere degli altri. (Vedi anche: Dafne; Gaia.)

Ad esempio, dopo aver ucciso il serpente a Delfi, egli diventa in grado di manifestarsi come un serpente. La venerazione di Apollo si diffuse a Roma, dove inizialmente era adorato come uno spirito di guarigione: un tempio romano fu dedicato ad Apollo Medicus nel 433 aEV.

La sua venerazione si diffuse dopo che Cesare Augusto lo dichiarò suo patrono personale. In cambio del favore di Apollo, Augusto gli costruì un magnifico tempio sul Palatino vicino al suo palazzo. Lui, che è lo spirito con dominio sulla colonizzazione, divenne il volto della civiltà occidentale e fu elogiato come il calmo, razionale Signore della Ragione (al contrario del suo fratellastro, Dioniso).

I romani lo portarono con loro attraverso la Gallia, identificandolo con i molti spiriti celtici associati a bagni e sorgenti terapeutiche. Apollo ha assunto le identità di molti, tra cui Belenus e Grannus. Era sposato con locali dee come Damona, Ianuaria, Rosmerta e Sirona. Nella Gallia celtica, Apollo è adorato come guaritore specializzato in disturbi agli occhi. Egli ripristina la visione fisica e dona una seconda vista.

Apollo protegge i suoi devoti e il loro bestiame. È fedele a quelli che lui ama. E’ un maestro guaritore che può guarire chiunque tranne quelli che ha lui stesso ucciso. È anche il dottore degli spiriti, che li guarisce quando sono malati.

*Corrispondenze per Apollo*

Persone preferite: guaritori, musicisti, sensitivi, indovini e medium, giovani di bell’aspetto, filosofi, coloro che proteggono e si prendono cura dei lupi

Manifestazione: un giovane incredibilmente bello con lunghi capelli dorati. Assume le sembianze delle sue creature sacre, viaggiando come un lupo sulla terra e un delfino in mare.

Iconografia: spesso raffigurata nudo o quasi nudo. E’ sempre immaginato da giovane e mai con la barba come Zeus, Poseidone, o la maggior parte delle divinità maschili greche.

Attributi: arco e frecce; lira; la corona di foglie di alloro che indossa in omaggio a Dafne.

Alleati spirituali: Artemide, Leto, Giacinto

Motti: “” Conosci te stesso “e” Niente in eccesso “

Pianeta: sole

Pianta: erba di San Giovanni; alloro; alberi di mele; vischio; alberi di pioppo

Numero: 7 (è nato il settimo giorno del settimo mese)

Giorni sacri: il settimo giorno di ogni mese è sacro per lui. I giochi romani tenuti in onore di Apollo furono celebrati dal 6 al 13 luglio.

Animali: Lupo; grifone; topo; ratto; delfino

Uccello: corvo, cornacchia grigia

Monta: i cigni trainano il carro di Apollo.

Gemma: ambra

Luoghi sacri: Delfi; Delos; aveva santuari in Anatolia (l’attuale Turchia) e in Italia; è associato a vari santuari di guarigione in Gallia, specialmente in Borgogna.

Altare: l’altare dovrebbe essere ordinato, pulito e non ingombrante. Lui è uno spirito gregario: circondalo di coloro che ama, specialmente i suoi amanti maschi, Leto e Artemide; aggiungi immagini di lupi, topi e corvi.

Offerte: vino, incenso; doni di immagini solari; petizione con intense veglie di sette giorni.

Vedi anche: Akalli; Aradia; Aristeo; Artemide; Asclepio; Belenus; Daphne; Damona; Dioniso; Grannus; Hera; Herta; Giacinto; Kura; Leto; Spiriti Olimpici; Rosmerta; Sirona; Zeus

Torna all’ elenco delle divinità greche per approfondire tutte le altre divinità!

Per non perdere le nostre novità, per qualsiasi informazione e usufruire delle offerte del Lunedi, segui la nostra pagina facebook

Carrello
Torna su