Gaia

GaiaGaia, nota anche come Gea, è la Dea greca della Terra. All’inizio, prima che esistesse qualcosa, c’era il Caos; il vuoto. Gaia, la Terra, emerse dal Caos e formò il mare (Pontus) e il cielo (Urano) dal proprio corpo. Inizia così un’antica saga della creazione greca. È il punto da cui inizia praticamente ogni libro di mitologia greca generale.

  • La versione di Esiodo della Creazione salta la parte di Caos e inizia subito con lei.
  • Gaia è lodata negli Inni omerici a Gea come la più antica delle divinità.

Gaia e Urano diventano amanti e generano più esseri (i Titani e i Ciclopi, ad esempio). A seguito della loro separazione, ella generò più figli con Pontus. Lei è letteralmente la Terra: puoi stare su di lei, ma è una dea attiva e con una propria personalità. Non è una semplice dea dell’agricoltura (come è Demetra). Lei è lo spirito della Terra sacra e selvaggia che contiene tesori e potenzialità indicibili.

Gaia è devota a tutti i suoi figli, accettandoli così come sono. A differenza dei tanti padri (Urano, Kronos, Zeus) della mitologia greca che depredano i loro eredi e cercano di sopprimerli, combatte con gli dei per conto dei suoi figli.

Questa dea mitica si basa sulle cosmologie della Grecia e dell’Italia meridionale, regioni altamente soggette a terremoti, dove la Terra è vissuta come una presenza viva ed attiva. Non è statica o immobile ed i terremoti, percepiti come espressioni di rabbia divina, assomigliano anche fisicamente alle contrazioni del parto.

Gaia è uno spirito di giustizia sempre presente.  I cittadini greci facevano giuramenti pubblici a lei e i suoi santuari  furono costruiti vicino a profondi abissi, ritenuti il luogo migliore per comunicare con lei. I suoi santuari, inoltre,  erano associati ad oracoli come quelli di Delfi, Atene e Aegae (Macedonia).

Delfi era l’oracolo più famoso del mondo antico: le sue sacerdotesse, conosciute come pitonesse, profetizzavano dopo aver inalato i vapori che emergono da una fessura nella terra. In sostanza, parlavano direttamente con lei. Lo spirito oracolare di Apollo inscenò un colpo di stato, uccidendo il serpente sacro del santuario e insediandosi come divinità responsabile.

Tuttavia, anche dopo che Delfi è stata ridedicata ad Apollo, la pitonessa ha iniziato il discorso formale alle divinità con le parole: “Prima nella mia preghiera, prima di tutte le altre divinità, chiamo sulla Terra, la profetessa primordiale “.

La Chiesa russa di influenza greca pone ufficialmente Gaia sotto il dominio del Creatore. Secondo una leggenda popolare russa, Gaia si lamentò amaramente con il Creatore riguardo al dolore che l’umanità le provoca. Il Creatore le consigliò di non farlo, poichè “alla fine, li avrebbe mangiati tutti”.

*Corrispondenze per Gaia*

Sito sacro: la Terra è il suo corpo; tutta Gea è sacra, ma il suo luogo di potere per eccellenza è Delfi, il suo chakra dell’ombelico.

Offerte: tradizionalmente riceveva cibi primordiali e semplici come l’orzo, i dolci e il miele, ma anche libagioni di acqua pura; le offerte possono essere date in qualsiasi momento, ma è particolarmente importante, prima che le piante vengano raccolte o prima che ci sia uno scavo o un’estrazione, collocare offerte di piccoli fori direttamente sulla Terra.

Vedi anche: Apollo; Daphne; Demetra; Eurynome; Kronos; Kybele; Nyx; Pandora; Rhea; Titano; Typhon; Zeus

Torna all’ elenco delle divinità greche per approfondire tutte le altre divinità!

Per non perdere le nostre novità, per qualsiasi informazione e usufruire delle offerte del Lunedi, segui la nostra pagina facebook

Carrello
Torna su