Dhumavati

[randomfrase]

DhumavatiDhumavati viene chiamata “la Fumosa” perché è circondata dal fumo apocalittico dell’universo in fiamme.

Dhumavati è la dea vedova ed è la dea matrona dei mendicanti, dei lebbrosi, dei malati e degli infelici; persone che sono malate e non sta migliorando. È la guardiana di coloro che sono abbandonati, trascurati, dimenticati ed emarginati; quelli che guardano il loro futuro e non vedono alcuna speranza.

È anche la signora delle vedove, delle orfane e dei parenti scomodi, bisognosi e sgradevoli.

Dhumavati è una dea arrabbiata, furiosa e piena di risentimento. Non ha paura dell’ apocalisse perché la vita così com’è non ha speranza. Se questo concetto esprime le tue emozioni, allora potrebbe essere anche la tua dea.

Dhumavati è anche un intelligente, arguto, spirito irascibile, volatile, esperto nelle arti della sopravvivenza. È popolare tra chi ha presentato petizioni durante la guerra o i disastri per essere aiutati a sopravvivere e persino a prosperare. (Qualcuno inevitabilmente beneficia dei disastri; lei riceve una petizione dai devoti in modo che possano essere quel qualcuno.)

Se sei disperato e davvero squallido puoi richiedere la sua assistenza. Se vuoi invece che lei ti eviti quello stato, propiziala e pagala. Lei è avida e affamata: non dimenticare o ritardare mai le sue offerte. Dhumavati evoca il potere della povertà, della sconfitta e della disperazione. Viene invocata per maledire qualcuno? Puoi scommetterci.

*Corrispondenze per Dhumavati*

Manifestazione: non è una dolce e affascinante vecchia signora; lei è una furiosa, arrabbiata, sgradevole strega. Dhumavati è vecchia, alta e molto magra. Le sono rimasti pochissimi denti; forse è una delle ragioni per cui ha sempre fame. Lei ha anche sempre sete.

Attributo: ventaglio

Consorte: È morto. È una vedova.

Uccello sacro: corvi delle carogne

Cavalcatura: i corvi tirano il suo carro.

Siti sacri: Dhumavati infesta rovine, vecchi campi di battaglia, mercati bombardati e altre scene di devastazione.

Offerte: assicurati che siano coerenti. È avida, risentita e si sente sempre come se fosse stata cambiata. Incenso leggero per lei. ma dalle da mangiare e anche da bere. Dalle quello che hai perché se non lo fai lei penserà stai accumulando le cose buone solo per te.

Torna all’ elenco delle divinità induiste per approfondire tutte le altre divinità!

Per non perdere le nostre novità, per qualsiasi informazione e usufruire delle offerte del Lunedi, segui la nostra pagina facebook

Carrello
Torna su