Lakshmi

[randomfrase]

LakshmiLakshmi, nota anche come Laxmi; Mahalakshmi: Shri Devi; Kamala, Signora della ricchezza, della buona fortuna e della bellezza, conferisce abbondanza.

Lakshmi è lo spirito del lusso e della felicità. Porta vitalità a tutti gli esseri viventi. È uno degli spiriti più amati dell’India moderna. Lei è attivamente venerata da circa un miliardo di indù e buddisti, giainisti, devoti della dea e professionisti indipendenti in tutto il mondo.

Quasi per definizione, lei è adorabile. Lei è tutto ciò che è buono, dolce, piacevole e gioioso. Lakshmi conferisce fertilità, salute e ricchezza. I suoi fortunati elefanti bianchi fanno la doccia alla Terra con pioggia e abbondanza. È la personificazione stessa della buona fortuna e della sorte. L’unica cosa negativa che si potrebbe dirne è che, nel dare fortuna, è volubile.

Lei non farebbe mai niente di male ma si annoia facilmente, se non adeguatamente venerata o invogliata a restare, se ne andrà, prendendo i suoi doni (gioia, ricchezza, fortuna) con lei.

L’henné contiene l’essenza di Lakshmi. Ornati con l’henné per sentire la sua presenza e invoca le sue benedizioni. Questo deve essere fatto in modo sacro, rispettoso, o le conseguenze possono essere negative piuttosto che positive. Mancanza di rispetto all’henné, mancanza di rispetto alla dea!

Lakshmi è venerata sugli altari domestici nel tentativo di tenerla vicina, ella si aspetta che i devoti spendano qualche sforzo: semplicemente porre la sua immagine e lasciarla non è sufficiente. Accendi candele, incensi e / o lampade (di burro o olio sono le tradizionali) e ponile davanti alla sua immagine; su base giornaliera, se possibile.

E’ custode del negozio, posizionare la sua immagine vicino al registratore di cassa permette di stimolare le vendite; anche accendere lampade in suo onore.

*Corrispondenze per Lakshmi*

Manifestazione: è caratterizzata dall’opulenza. La sua pelle potrebbe essere dorata. La luce irradia nella sua scia. L’enorme quantità dei suoi gioielli la induce a diventare una visione di luce lampeggiante e splendente.

Iconografia: la sua forma iconica molto riconoscibile è apparsa per la prima volta verso il III secolo EV. Lakshmi può avere due o quattro mani. Lei porta uno scrigno: monete d’oro piovono dalle sue mani. La dea è sempre raffigurata con un fiore di loto. Può tenerne uno o sedervisi o stare in piedi su uno. E’ spesso raffigurata con una coppia di elefanti che le versano sopra dell’acqua o in compagnia di Ganesha. Il latte può scorrere dai suoi ampi seni.

Attributi: conchiglia; ruota; mazza; scatola; loto

Elemento: acqua

Fiore: loto

Albero: Bel Tree (Aegle marmelos)

Pianta: Tulsi o Basilico Santo. Tulsi potrebbe essere l’incarnazione di Lakshmi. Dice una leggenda che  in un impeto di rabbia, la dea Sarasvati, sua rivale, ha trasformato Lakshmi nell’erba.

Animali: mucca, elefante

Uccello: un gufo funge da cavalcatura.

Giorno: venerdì

Metallo: oro

Consorte: Nelle sue prime manifestazioni, era una divinità indipendente che era adorata senza un partner maschile. Tuttavia, ora è considerata la moglie di Vishnu.

Simbolo: stella a 6 punte (esagramma; satkona) che indica l’unione di principi femminili e maschili con conseguente creatività e abbondanza

Tempo sacro: durante Diwali, la festa indù delle luci, lei vaga per la Terra alla ricerca di luoghi dove passare la notte e distribuire i suoi doni. La gente la saluta illuminando le proprie case, tetti, cancelli e giardini con minuscole lampade di olio e terracotta.

Luoghi sacri: Tempio Lakshmi Narain a Jaipur e Lakshmi Naravan, Tempio a Nuova Delhi, costruito nel 1938, popolarmente noto come Birla Mandir.

Offerte: frutta, fiori, caramelle, incenso, latte, perline, monete

Vedi anche: Alakshmi; Ganesha; Lalla Malika; Mami Waters; Sarasvati; Vishnu

Torna all’ elenco delle divinità induiste per approfondire tutte le altre divinità!

Per non perdere le nostre novità, per qualsiasi informazione e usufruire delle offerte del Lunedi, segui la nostra pagina facebook

Carrello
Torna su