Croce celtica

Croce celtica
Croce celtica

Con la scomparsa degli antichi druidi, la saggezza che veniva tramandata oralmente riguardo alle tradizioni celtiche, la loro fede e la percezione simbolica della croce celtica sono andate perdute, nulla di sicuro dalla storia ci è arrivato,  tutto ciò che conosciamo della cultura celtica ci è stato tramandato dai documenti dell’epoca romana (quasi sempre distorti dal fatto che, chi scrive la storia, ci mette sempre del suo, specie per denigrare l’avversario); alcune parole chiave collegate al simbolo della croce celtica possono essere:  Speranza, Vita, Onore, Fede, Unità, Transizione, Temperanza, Ascensione, Navigazione.

Il simbolismo della croce celtica (in particolare la croce equilatera in cui ogni sporgenza è equidistante dal centro) è indica il desiderio umano di conoscere e sperimentare il mistero della vita dispiegarsi. Potremmo dire che il mistero possa svolgersi in un modello di 4 pezzi, in cui i bracci della croce offrono quattro modi per ascendere, un invito a conoscere oggettivamente: Sè stessi, Natura, Saggezza, Dio / Dea.

La croce è un simbolo che rappresenta il luogo di incontro delle energie divine, al centro della sezione trasversale c’è il punto energetico dove si concentra e risiede il potere cosmico (simbolicamente): la croce celtica serve come punto focale meditativo. Se ogni braccio della croce celtica simboleggia un ramo di saggezza superiore e se c’è un cerchio che la circonda per rappresentare l’unificazione di questi quattro elementi, il centro della croce sarà un punto focale che sarà la nostra meta spirituale.

Dovremmo meditare sulla croce celtica concentrando la nostra attenzione al centro di essa cominciando così a perfezionare  e centralizzare le nostre energie sperimentando la nostra unità con il Tutto. Possiamo guardare alla croce come una bussola simbolica, ci guida attraverso un mare spirituale. In questa analogia la croce può servire come guida stabile che ci porta sempre al nostro “nord”.

Croce celtica come guida

Navigazione spirituale: Quando ci troviamo sballottati nei mari tumultuosi della vita, gli attributi simbolici della croce possono riportare la nostra attenzione e spostare i nostri pensieri nella giusta direzione.

Navigazione ciclica: La croce celtica affronta anche il passaggio delle stagioni e anche segna i quattro festival celtici del fuoco (Samhain, Imbolc, Beltain, Lughnasadh). Questi erano profondamente scolpiti nella tradizione e religione dei celti: queste delimitazioni temporali distinte avrebbero fornito la stabilità in un mondo altrimenti incerto e transitorio. Ogni festa induce attività specifiche connesse con il periodo dell’anno in cui cade. La croce celtica potrebbe essere stato un ricordo del passaggio del tempo, la caducità della nostra vita e un invito a gustare il sapore diverso di ogni giorno che la terra ci offre.

Navigazione del tempo: Il simbolo della croce celtica oltre alle quattro stagioni (scandite dalle feste celtiche) potrebbe anche delineare il giorno e la notte: se consideriamo la barra orizzontale della croce come l’orizzonte, la metà superiore rappresenterebbe l’alba, il tramonto. Questo sarebbe molto rilevante quando si vede il cerchio attorno alla croce (alla maniera uguale a quella riscontrabile nella croce irlandese antica tutt’oggi usata) otterremo il senso della terra simile a una sfera, con il sole che sorge intorno ad essa (nella parte superiore del semicerchio mentre la parte inferiore indicherebbe la notte quando il sole non è visibile agli occhi).

Se trovi affascinante questo simbolo, continua il viaggio nella simbologia!

Per non perdere nessuna delle nostre novità, per qualsiasi altra informazione e per usufruire delle offerte del Lunedì, segui la nostra pagina facebook