Rituale per allontanare la sfortuna da una casa

Rituale per allontanare la sfortuna da una casaQuesto rituale per allontanare la sfortuna da una casa è molto semplice, occorrono pochi ingredienti e potrai farlo un qualsiasi Sabato di luna calante.

Elementi necessari:  tre candele nere (in cera d’api per assicurare il successo del rituale, puoi trovarle qui), una ciotola con una manciata di polvere di lillà, calce o gesso, fiammiferi in legno, una bussola.

Procedimento:  la bussola servirà per individuare il nord della casa. Al centro della stanza che si trova più a nord si traccerà con gesso o calce un triangolo isoscele, grande tanto quanto lo consentono le dimensioni della stanza stessa. Il verticale del triangolo dovrà essere orientato in direzione della finestra del locale, che dovrà essere tenuta aperta.

Internamente a questo vertice si collocherà la ciotola con la polvere di lillà. Le candele dovranno essere sistemate in corrispondenza dei tre angoli.

Rituale: l’officiante si metterà al centro del triangolo, rivolto verso  la finestra aperta e possibilmente con una parete alle spalle. Questa posizione contribuirà a concentrare tutte le energie in un unico punto e inoltre eviterà che le forze che si desiderano allontanare retrocedano invece di uscire attraverso la finestra aperta.

Prima di passare alla fase successiva, l’officiante dovrà concentrarsi sull’obiettivo da raggiungere. Per fare ciò eseguirà i necessari esercizi di rilassamento, respirando lentamente e ritmicamente, con inspirazioni ed espirazioni profonde che aiutino a interiorizzare gli effetti benefici derivanti dal controllo si sé, per poterli poi indirizzare verso lo scopo desiderato.

Dalla sua postazione privilegiata l’officiante si dirigerà verso la candela collocata in corrispondenza del vertice e la accenderà con un fiammifero di legno; ripeterà quindi la stessa operazione con le altre candele, spostandosi in senso orario e utilizzando ogni volta un fiammifero nuovo. Alla fine ritornerà alla sua postazione al centro del triangolo.

Lì si concentrerà nuovamente e, una volta raggiunto un grado di concentrazione ottimale, aprirà gli occhi, volgendo lo sguardo verso la luce che proviene dalla finestra. Con lo sguardo fisso in quella direzione reciterà mentalmente le seguenti parole:

Senza perdere tempo lascerai la mia casa,

non tornerai come disgrazia.

Abbandona questa dimora e ricorda:

non tornerai mai più.

Successivamente l’officiante respirerà profondamente e, con la mano destra, prenderà la polvere di lillà, che precedentemente avrà sistemato accanto a sé. Poi, lentamente, passerà la polvere dalla mano destra a quella sinistra, ripetendo questa operazione per tre volte. Alla fine con la mano sinistra lancerà con forza la polvere fuori dalla finestra e poi ripeterà la formula, ma questa volta ad alta voce. E quindi aggiungerà:

Fortuna desiderata,

puoi entrare nella mia casa,

perchè non esiste più alcun male

che ci possa turbare.

Una volta pronunciate queste parole, la sfortuna che avrebbe eventualmente potuto colpire la casa, e di conseguenza anche i suoi abitanti, lascerà spazio alla fortuna. Infine, l’officiante spegnerà le candele procedendo in senso contrario rispetto a quello seguito per accenderle e le conserverà per una prossima occasione, avvolte in carta bianca.

È consigliabile realizzare questo rituale in primavera, possibilmente di sabato e in pieno giorno.

Se vuoi rendere più forte il tuo rituale per allontanare la sfortuna da una casa puoi ungere la candela con questo olio esoterico di protezione!

Per non perdere le nostre novità, qualsiasi informazione e partecipare al consiglio degli Oracoli del Venerdì, segui la nostra pagina facebook

 

Carrello
Torna su